SMOKITO

 
 


 
 

Smokito nasce dall’idea di commercializzare, su tutto il territorio italiano, sigarette elettroniche e relativi liquidi ed accessori di qualità superiore, attraverso un marchio innovativo e alla moda. L’azienda, però, si propone, innanzitutto, di diffondere l’utilizzo della sigaretta elettronica come benefico sostituto della sigaretta tradizionale dando un positivo contributo al miglioramento della qualità della vita dei suoi clienti. Questo perché, al di là delle infondate voci di corridoio sulla nocività delle sigarette elettroniche, probabilmente diffuse da chi ha evidenti interessi a screditare questa valida alternativa al fumo di tabacco (si pensi alle istituzioni governative e alle multinazionali di tabacco), la sigaretta elettronica è di gran lunga meno nociva della sigaretta tradizionale.

 
smokito.it
 
La LIAF, Lega Italiana Anti Fumo, in collaborazione con l’Università di Catania, ha intrapreso nel 2010 uno studio sulle sigarette elettroniche. I risultati fin’ora ottenuti sono positivi, infatti le sigarette elettroniche non risultano tossiche, inoltre i dati preliminari degli studi attualmente in corso dimostrano che sono un valido aiuto per diminuire il numero di sigarette e per chi vuole smettere di fumare.
Per quanto riguarda il "vapore passivo", secondo una ricerca americana con le sigarette elettroniche non si modifica la qualità dell'aria in ambienti chiusi e il vapore emesso dalle sigarette elettroniche non è pericoloso. A dirlo è una ricerca pubblicata dalla rivista “Inhalation toxicology” ed effettuata negli Stati Uniti da ricercatori del “Consulting for Health, Air, Nature and Green Environment” del Center for Air Resources Science and Engineering e della Clarkson University. Secondo i ricercatori americani, il vapore emanato dalle sigarette elettroniche non è nocivo per le persone e non modifica la qualità dell'aria degli ambienti chiusi. Pertanto, con le sigarette elettroniche, vengono meno le condizioni di rischio derivanti dal fumo passivo. Michael Siegel, ricercatore al Department of Community Health Sciences della Boston University School of Public Health, sulla base dei suoi 25 anni di esperienza nel settore, afferma che le sigarette elettroniche possono risolvere il problema del fumo passivo.
Ecco ora alcune informazioni che vogliamo fornirvi in modo che possiate arrivare da soli, senza il bisogno di nessun parere, alla stessa conclusione a cui siamo giunti anche noi di Smokito dopo aver studiato e provato questi dispositivi. Partiamo dal capire da dove proviene e come è fatta una sigaretta elettronica.
Con la popolarità sempre crescente delle sigarette elettroniche, molti continuano a chiedersi chi ne sia stato l’inventore. Tutti pensano che sia stata inventata in Cina nel 2003 da Hon Lik con l’aiuto finanziario della Ruyan. Ci fu anche un articolo sul Los Angeles Times che descrisse come Hon Liks maturò l’idea riflettendo sull’imminente morte del padre dovuta ad un cancro ai polmoni.
In realtà, senza voler sminuire il contributo di Hon Lik, un americano con il nome di Herbert A. Gilbert depositò un brevetto su una sigaretta elettronica già nel lontano 1963, circa 40 anni prima.
brevetto

Nel 1963 Gilbert sul testo del brevetto, affermava:

La presente invenzione riguarda il fumare una sigaretta senza tabacco e vuole fornire un mezzo sicuro ed innocuo per sostituire il fumo di tabacco e combustione di carta, con vapore aromatizzato.
L’invenzione di Gilbert non si fece attendere e comparì tra le pagine della rivista Popular Mechanic nel dicembre 1965.
articolo
 
Purtroppo, però, a causa delle limitazioni tecnologiche dell’epoca ed anche per il fatto che questa innovazione avrebbe decretato il declino di una delle più grandi industrie d’America quale la Big Tobacco, l’invenzione di Gilbert non fu dominata dalle masse.
Fortunatamente però oggi, grazie alle moderne tecnologie che hanno anche permesso il miglioramento e l’evoluzione del brevetto di Gilbert e grazie alla sensibilizzazione verso il debellamento del consumo di sigarette, causa delle peggiori malattie che ben conosciamo,  abbiamo tutti una possibilità di scelta che dobbiamo assolutamente prendere in considerazione. Perché la scelta giusta può cambiare davvero la nostra vita e può migliorarla in merito a salute, a risparmio economico e a stile. Noi di Smokito pensiamo che la scelta giusta sia acquistare una sigaretta elettronica e almeno provarla, si perché siamo certi che una volta provata non la lascerete più e abbandonerete rapidamente le sigarette tradizionali. Ma non siamo i soli a credere in questo. Il web è pieno zeppo di testimonianze di persone che hanno completamente smesso di fumare grazie alla sigaretta elettronica e di persone che fumavano 2-3 pacchetti di sigarette ed ora ne hanno ridotto notevolmente il consumo. Basta fare una ricerca su google per leggere migliaia di recensioni e il 99% delle persone che parlano hanno trovato grandi benefici nella scelta che anche noi di Smokito vi proponiamo e nel suggerirvi questo semplice cambiamento vi assicuriamo da parte nostra la massima serietà e la sicurezza e qualità dei nostri prodotti i quali sono tutti corredati dei certificati di conformità alle norme europee vigenti e vengono fabbricati con i migliori materiali garantendo la massima durata ed efficacia.
La nostra sigaretta è certificata:
Certificazioni
Ora passiamo ad analizzare i componenti di una sigaretta elettronica.
La sigaretta elettronica o e-cig si compone di 3 parti: il filtro o serbatoio (tank) che contengono il liquido, l’atomizzatore che trasforma il liquido in vapore e una batteria ricaribile che alimenta il tutto. Ogni modello presenta delle varianti in questi componenti al fine di soddisfare tutte le possibili esigenze. Posizionato sulla batteria vi è un pulsante premendo il quale si innesca la vaporizzazione. In pratica l’atomizzatore surriscalda una resistenza che a contatto con il liquido contenuto nel serbatoio lo nebulizza producendo un vapore aromatico, caldo e corposo molto piacevole e che da la stessa sensazione di fumare una classica sigaretta.
Dunque il più grande pregio del fumo elettronico è l’assenza di combustione. A differenza della sigaretta classica in cui la combustione produce circa 4800 sostanze di cui una gran parte sono tossiche, il rischio cancerogeno è molto più basso proprio per la mancanza dei residui dovuti a questo processo (catrami o bituminosi, monossido di carbonio, ossidi d'azoto, formaldeide, acroleina, acetone, ammoniaca, ecc).
Vediamo invece da cosa è composto il liquido che entra nella sigaretta elettronica.
Il liquido è composto da Glicerina vegetale (abbreviato in VG), Glicole propilenico (abbreviato in PG), acqua, nicotina (facoltativa) e aromi.

- La glicerina vegetale, più correttamente glicerolo, è un liquido incolore, denso, viscoso, dolciastro, umettante, igroscopico. È un sottoprodotto della lavorazione dei vegetali e viene impiegato in molti prodotti di uso comune quali sciroppi, creme farmaceutiche e cosmetiche; inoltre è un additivo alimentare, contraddistinto dalla sigla E422. È miscibile in acqua in ogni proporzione. La glicerina vegetale è la sostanza del liquido che conferisce la fumosità. Più glicerina vegetale vi è nel liquido più questo risulterà fumoso.

- Il glicole propilenico è un liquido incolore, insapore, umettante, igroscopico, ha proprietà batteriostatiche e si conserva per molti anni senza alterazioni. Trova impiego come additivo alimentare contraddistinto dalla sigla E1520, eccepiente farmaceutico, veicolante per aromi ed è utilizzato nelle preparazioni erboristiche. Insieme alla glicerina vegetale costituisce circa l'80% del liquido per sigaretta elettronica. Esistono vari gradi farmacologici che contraddistinguono il glicole propilenico; quello di nostro interesse ha il grado più alto di purezza (USP o FU), che ne garantisce l'assenza da contaminanti. La proprietà del glicole, oltre a quella di vaporizzare, ma con molta meno fumosità rispetto alla glicerina vegetale, è quella di esaltare l'hit della nicotina. Glicerina vegetale e glicole propilenico sono presenti anche nelle sigarette come umettanti del tabacco nell'ordine dell'1-1,5%.

- L'acqua è come quella che esce dai nostri rubinetti. Può essere usata anche acqua minerale, osmotica o distillata. Costituisce un 10% circa del nostro liquido.

- La nicotina seppur non necessaria per la riuscita del liquido in quanto a fumosità, si rivela importante perché presente nelle sigarette, e crea un certo livello di dipendenza a basse concentrazioni. È estratta dal tabacco ed è una sostanza tossica e vasocostrittrice. È grazie alla nicotina che sentiamo il colpo in gola che ci dà il senso di soddisfazione e appagamento. L'unità di misura con cui viene indicata nei liquidi per sigaretta elettronica è mg/ml. I mg espressi sui pacchetti di sigarette sono intesi come inalati da una persona per ogni sigaretta fumata e non come presenti nella stessa, mentre i mg/ml di nicotina espressi nei liquidi sono quelli presenti, che saranno vaporizzati (non nella totalità), inspirati ed espirati. Non può quindi essere fatta una comparazione tra le due quantità se non con dovuta approssimazione.

- Gli aromi servono per dare il sapore al liquido. Sono comuni aromi alimentari, usati nell'industria dolciaria e alimentare in generale. Si aromatizza in genere nell'ordine del 3-10%.
Dunque potrete spaziare tra una varietà infinita di aromi: tabaccosi, fruttati, al gusto di cioccolato, vaniglia, caffè, caramello, whisky, rum, e chi più ne ha più ne metta; inoltre potrete  scegliere la gradazione di nicotica. Il consiglio che vi diamo è di procedere gradualmente alla riduzione del livello di nicotina fino al completo azzeramento in modo da mantenere il piacere di fumare eliminando completamente i rischi legati al fumo. Quindi la soluzione ideale sono i liquidi con totale assenza di nicotina.

Ma la sigaretta elettronica ha altri vantaggi rispetto ad una sigaretta vera. Per questo motivo abbiamo realizzato per voi la TOP TEN dei buoni motivi per smettere di fumare con la sigaretta elettronica:

1. Smettere di fumare (qualunque sia il metodo) permette di migliorare la speranza di vita e la qualità della stessa (salute, respiro, sesso, pelle, gusto, olfatto …)

2. La sigaretta elettronica non contiene catrame, nessun ossido di carbonio, alcool, acetone, ammoniaca, né alcuna delle altre 4000 sostanze tossiche o cancerogene contenute in una sigaretta vera.

3. Smettere di fumare con la sigaretta elettronica è più facile e meno frustrante rispetto ad alcuni altri metodi: si continua a fumare (fumo innocuo), si mantiene un rituale e un’abitudine quotidiana che alle volte persiste da moltissimi anni. Si conservano i movimenti del corpo e il piacere visivo del fumo. La sigaretta elettronica permette inoltre di mantenere anche le nostre abitudini sociali. È possibile continuare a fare una pausa sigaretta con amici e colleghi fumatori senza alcuna frustrazione, e perché no, convincerli a trasferirsi al modello elettronico.

4. Fumare la sigaretta elettronica non è irritante per gli occhi, non emette odore e si può fumare in casa senza mettere in pericolo la salute dei vostri cari.

5. La sigaretta elettronica è molto più economica delle vere sigarette. Il prezzo medio è inferiore a 100 euro. E ammortizzerete la spesa a partire dal primo mese: un fumatore medio fuma circa due cartucce al mese (20 pacchetti) e con la sigaretta elettronica saranno sufficienti 20 ricariche dal costo medio di circa 1,79€ . Quasi tre volte meno costoso di un pacchetto di Marlboro.

6. La sigaretta elettronica può essere utilizzata nella maggior parte dei luoghi pubblici legalmente.

7. La sigaretta elettronica non ingiallisce i denti e le unghia.

8. Non dovrete più guardarvi intorno alla ricerca di un accendino! Inoltre, le vostre tasche non saranno più gonfiate da grossi pacchetti di sigarette.

9. La sigaretta elettronica non si accende e non si getta! La sigaretta è ecologica e non rischierete di generare alcun incendio nei boschi.

10. Non avrete più bisogno di un posacenere: nessun cattivo odore di tabacco in casa vostra o sul tavolino del bar durante il vostro apertivo.

In Inghilterra è stato coniato un termine: “to svape” che in italiano potremmo tradurlo in “svapare”. Ebbene noi pensiamo che svapare oltre ad essere un nuovo termine da inserire nel vocabolario sia la chiave per il miglioramento della nostra vita e della vita di chi ci circonda.

Le conclusioni le lasciamo a voi.

Grazie per l’attenzione
Per qualsiasi informazione o chiarimento non esitate a contattarci. Saremo lieti di accogliervi presso la nostra sede per ulteriori delucidazioni e prove gratuite dei nostri prodotti.


SMOKITO


 
   
SMOKITO
Sede Legale e Operativa:
Via Marchesiello, 93/B
81100 Caserta (CE)
P.IVA 03861100612
R.E.A. CE-279256